LINK IMPORTANTI

HOME PAGE

CHI SIAMO

DOVE SI TROVA

CONTATTI

PUBBLICAZIONI

Informazioni Utili

CroSystem: innovazione in fisioterapia e riabilitazione

Meccanismi di azione

Il Crosystem nella neurologia

Il Crosystem nell'ortopedia

Il Crosystem e l'artrosi cervicale

Il Crosystem e l'artrosi

Il CroSystem e la Sciatica

Il Crosystem nell'anziano

Il Crosystem nello sport

Il CroSystem nel wellness

APPROFONDIMENTI

Dove siamo

K2 CENTRO BENESSERE

Via Empolitana 255
00025 Tivoli (RM)
Italia

ILCROSYSTEM NELL'ORTOPEDIA

 

Patologie come la cervicalgia, la pubalgia, le discopatie, le patologie del ginocchio, dell’anca e della spalla, l’epicondilite o gomito del tennista, l’artrite e l’artrosi vengono oggi trattate con tempi molto lunghi, esercizi faticosi, spesso dolorosi, ottenendo risultati spesso incerti e incompleti.

Il Crosystem interviene recuperando forza, tono, potenza e controllo, in tempi particolarmente brevi e in misura imponente . Questi mezzi possono essere quindi essere utilizzati dalla riabilitazione tradizionale per un completo recupero.

Il Crosystem trova unìefficace applicazione nelle paatologie ortopediche post-operatorie, da traumi, sublussazioni, lussazioni, ipotonie, instabilità rotulee, della caviglia, dell’anca, della spalla. sindromi dolorose articolari, infiammazioni articolari.

Il dolore del ginocchio è un sintomo frequentissimo, che si manifesta molto spesso nel salire le scale e/o nello scendere, nel portare una borsa pesante, può aver numerose cause, ma con grande frequenza è l’esito di chirurgia del ginocchio, di artroscopie, di artosi, distorsioni, o danni al menisco o ai legamenti. In questi casi il trattamento del Crosystem sul Quadricipite e in particolare sul Vasto Mediale (muscolo stabilizzatore della rotula e fondamentale nel salvaguardare il ginocchio) è in grado di agire con grande efficacia e rapidità, evitando antinfiammatori o riducendone l’impiego. Gli effetti più importanti si ottengono nel dolore del ginocchio che si manifesta nel salire le scale, nell’alzarsi da una sedia, nel camminare portando una borsa pesante. Più tardiva è l’azione sul dolore che si manifesta scendendo le scale. Tutto questo si ottinene solo con una leggera vibrazione meccanica (nulla di elettrico, nessun farmaco, nessun esercizio doloroso) sul muscolo quadricipite, per 3 giorni consecutivi, 30 minuti al giorno.

Knee Surg Sports Traumatol Arthrosc. 2006 Nov;14(11):1180-7. Epub 2006 Jun 9.
Improvement of posture stability by vibratory stimulation following anterior cruciate ligament reconstruction.

Brunetti O, Filippi GM, Lorenzini M, Liti A, Panichi R, Roscini M, Pettorossi VE, Cerulli G.

Department of Internal Medicine, Section of Human Physiology, University of Perugia, Perugia, Italy.
Abstract

Surgical reconstruction of the anterior cruciate ligament (ACL) may reduce, but it does not always eliminate, knee and body instability because of a persisting proprioceptive deficit. In order to enhance body stability, a new protocol of treatment has been proposed consisting of mechanical vibration (100 Hz frequency and < 20 microm amplitude) of the quadriceps muscle in the leg that has undergone ACL reconstruction. In our trials, stimulation was performed when the quadriceps muscle was kept isometrically contracted. Treatment was started one month after surgery. Vibration was applied for short periods over three consecutive days. Nine months after treatment, postural stability was re-evaluated with the subjects standing on one leg with open and with closed eyes. The postural stability of the subjects having undergone vibration treatment, standing on the operated leg was significantly improved one day after treatment when evaluated as mean of speed and elliptic area of the center of pressure. The improvement persisted and increased during the following weeks. Peak torques of the operated leg extensor muscles also increased and reached values close to that of the leg, which had not been operated. Conversely, the balance of the untreated subjects standing on the operated leg did not improve and the restoration of the extensor muscle peak torque was poor. It is concluded that short lasting proprioceptive activation by vibration may lead to a faster and more complete equilibrium recovery probably by permanently changing the network controlling knee posture.

 

Copyright © 2012 CreazioneSito.it By Dott. M. Spagnoli